Loading

La sfida: progettare paesaggi utopici tra bellezza e sostenibilità

Come dev’essere un paesaggio ideale in cui vivere bene? Probabilmente non tutti la pensiamo allo stesso modo, ma in questo laboratorio le decisioni – alla fine – andranno prese insieme, confrontando quel che accade quando si sceglie di testa propria, da soli, con quel che accade discutendo le scelte migliori con gli altri. La sfida è questa: il gruppo avrà a disposizione un’isola disabitata in cui fondare un luogo in cui vivere bene, al meglio delle proprie possibilità, tenendo conto dei “vincoli” ambientali (ad esempio della vulnerabilità naturalistica dell’area e delle sue caratteristiche idrogeologiche, etc.). Il gioco educativo, attraverso l’applicazione di precise regole risulterà una “palestra” per allenare le competenze di cittadinanza, per comprendere il concetto di paesaggio attraverso uno scenario simulato di “paesaggi utopici” e infine per introdurre agli obiettivi per lo sviluppo sostenibile concordati dall’ONU (Global Goals 2030). Come accade nella realtà, anche qui le scelte possibili saranno tante… quale paesaggio ideale saprà immaginare il vostro gruppo?

Attività in collaborazione con tsm|step Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio-PAT.​

Note:

Per lo svolgimento in classe richiesto computer e supporto audio-video proiezione.
Parole chiave Multidisciplinare, Costruzione e gestione dei paesaggi, Cittadinanza attiva
Durata 2 h
Tariffa
  • 150,00 €
Codice 706
Dove In classe
Condividi sui social