10 maggio – 30 giugno al MUSE, Spazio Agorà

A MUSE Agorà approda un nuovo progetto che racconta le nuove frontiere dell’agricoltura, tra sostenibilità e lotta al cambiamento climatico.

La mostra è composta da 3 stazioni (+1), attraverso le quali chi visiterà la mostra negli spazi di MUSE Agorà potrà vedere il settore primario sotto una nuova luce:

  • L’agricoltura e la sfida del cambiamento climatico
  • Innovazioni e tecnologie per lo sviluppo rurale
  • Paesaggio agricolo, una questione di equilibrio

Un messaggio per il futuro possibile dell’agricoltura
Al termine della visita si potrà scrivere e lasciare un messaggio che verrà poi raccolto e trasmesso direttamente alla Presidenza della Repubblica.

Un percorso interattivo per capire come è cambiata e si sta sviluppando l’agricoltura, perché l’innovazione nasce dalla ricerca e dalla collaborazione fra chi produce e chi la trasferisce in campo.
Finanziamenti e contributi, anche per mezzo della Politica Agricola Comune, supportano lo sviluppo rurale di aziende agricole – piccole, medie, grandi – singole o associate.

L’allestimento, realizzato in collaborazione con Image Line, si inserisce all’interno del progetto CAP4AgroInnovation, co-finanziato dall’Unione europea, nato per veicolare la trasmissione dell’innovazione in ambito agricolo, grazie a azioni mirate a far conoscere alle giovani generazioni di agricoltori, alle/i studentesse/enti e alla società civile le opportunità di evoluzione del comparto agricolo verso produzioni più sostenibili dal punto di vista ambientale e sociale. La mostra è realizzata grazie al fondamentale apporto di docenti, studentesse e studenti di cinque scuole agrarie con oltre 100 persone coinvolte.

Contattaci via mail prenotazioni@muse.it per visitare la mostra e scopri di più sul sito MUSE.

“Coltiviamo innovazione” è anche un podcast su Spotify o Spreaker, che racconta le innovazioni che stanno cambiando il panorama agricolo ed una una serie di video e webinar del progetto “CAP4AgroInnovation”.

Il progetto CAP4AgroInnovation di Image Line è co-finanziato dall’Unione europea. Le opinioni espresse appartengono tuttavia al solo o ai soli autori e non riflettono necessariamente le opinioni dell’Unione europea. Né l’Unione europea né l’amministrazione erogatrice possono esserne ritenute responsabili.

Condividi sui social